SETTIMANA MONDIALE DELL’ACQUA – GESTIONE SOSTENIBILE ED EFFICIENTE DELLE ACQUE PER RAGGIUNGERE GLI OBIETTIVI DI SVILUPPO SOSTENIBILE

28 agosto 2017 – Leader mondiali, esperti, professionisti, società civile e politici si sono riuniti in questi giorni a Stoccolma per la Settimana Mondiale dell’Acqua. La più grande riunione annuale per le questioni relative all’acqua e allo sviluppo, organizzata dall’Istituto Internazionale di Acqua di Stoccolma (SIWI) e che riunisce più di 3.000 partecipanti da quasi 130 paesi, quest’anno affronterà il tema “Acqua e rifiuti: ridurre e riutilizzare”.

Nel suo discorso di apertura Torgny Holmgren, direttore esecutivo di SIWI, ha sottolineato che sarà impegnativo, ma necessario, cambiare i modelli di consumo su ampia scala: “Il tema della Settimana, “Acqua e rifiuti: Ridurre e riutilizzare”, tocca davvero il cuore stesso della nostra vita quotidiana. Per ridurre gli sprechi, saranno necessari cambiamenti drastici – soprattutto da parte degli utilizzatori principali di acqua – industrie, produttori di energia e settore agricolo”. Ha aggiunto che sono necessari cambiamenti anche solo nel modo in cui pensiamo al riutilizzo dell’acqua: “Penso che sia molto importante cercare di cambiare la mentalità attorno ai rifiuti. Anziché presentarci con un problema, possiamo rapportarci ai rifiuti come un bene, facendolo diventare un’opportunità di business”.

Inoltre, è emerso come l’urbanizzazione e il drastico aumento della popolazione, siano associati a una riduzione della disponibilità di acqua. È quindi doverosa un’acquisizione di consapevolezza e diventare utenti di acqua più efficienti.

Incoraggiando un’azione globale a sostegno dell’acqua e delle acque pulite, il presidente dell’assemblea generale delle Nazioni Unite Peter Thomson ha sottolineato che quando si tratta dell’ambiente tutto è collegato. Ha invitato la comunità internazionale ad intraprendere un “approccio integrato ed inclusivo” e a mettere a disposizione tutte le competenze, le idee e le energie per affrontare le crescenti sfide globali.

L’acqua e le strutture igienico-sanitarie sono tra i 17 obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS), questo insieme all’accordo di Parigi sul cambiamento climatico, rappresentano “la migliore opportunità per raggiungere un modello e uno stile di vita sostenibile, prima che sia troppo tardi”, ha affermato Thomson.

Infine, il ministro dell’Ambiente svedese, Karolina Skog, ha sottolineato che “la gestione sostenibile ed efficiente delle nostre acque e delle acque reflue ha un profondo effetto su tutti gli aspetti della vita umana […] è fondamentale per la salute e per un ambiente sostenibile”.

di B.A.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: