#EPATITE – 3 MILIONI DI PERSONE HANNO ACCESSO ALLE CURE PER L’EPATITE C

4 novembre 2017 – Si è tenuto nei giorni scorsi in Brasile il vertice mondiale sull’epatite. In concomitanza all’evento l’Organizzazione Mondiale della sanità (OMS) riporta i passi in avanti compiuti a livello globale nel contrastare tale patologia. Nonostante sia ancora oggi la causa di più di 1.3 milioni di morti ogni anno e colpisce quasi 325 milioni di persone, l’OMS parla di dati incoraggianti. Infatti, negli ultimi due anni 3 milioni di persone hanno avuto accesso al trattamento per epatite C e nel 2016 circa 2.8 milioni di persone in più hanno iniziato il trattamento per l’epatite B.

“Nel corso degli ultimi 5 anni, abbiamo assisto ad un aumento di quasi 5 volte nel numero di paesi che hanno sviluppato piani nazionali per l’eliminazione dell’epatite virale”, afferma il dr Gottfried Hirnschall, Direttore del Dipartimento per la prevenzione dell’HIV e del programma globale sull’epatite dell’OMS.

I progressi nel trattamento e nella cura della malattia sono l’espressione di un evidente impegno per la riduzione dei prezzi dei medicinali e nel favorire l’utilizzo dei farmaci generici. Tali interventi stanno consentendo un maggiore accesso alle cure e in un tempo più breve.

Questi risultati devono spronare a continuare ad investire nelle politiche di prevenzione e di cura della patologia, cominciando proprio dalla facilitazione all’accesso al trattamento.

Il Summit 2017 in Brasile ha visto la partecipazione di oltre 900 delegati provenienti da più di 100 paesi – tra cui i Ministri della Sanità, i responsabili dei programmi nazionali e i rappresentanti di organizzazioni di persone affette da epatite virale – e ha consentito di ragionare sui progressi compiuti finora anche al fine di rinnovare gli impegni a livello globale, per ottenere l’eliminazione dell’epatite virale entro il 2030.

L.G.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *