#G7 SALUTE: ALIMENTAZIONE E CAMBIAMENTI CLIMATICI AL CENTRO DEI LAVORI

5 novembre – oggi Milano ospita il G7 Salute presso il Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci. I ministri competenti di Italia, Canada, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito e Stati Uniti si sono riuniti per discutere sull’impatto dei cambiamenti climatici sulla salute.

Al summit – presieduto dal ministro Beatrice Lorenzin – parteciperanno, inoltre, il commissario Ue alla salute e i direttori dell’ Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO), dell’organizzazione mondiale della sanità animale (OIE), dell’Oganizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) e dell’autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA).

Entro il 2050 si prevede una riduzione della disponibilità di cibo a livello globale e un conseguente aumento delle morti per malnutrizione.

I cambiamenti climatici e ambientali inoltre sono in grado di determinare un aumento della diffusione degli insetti vettori e, di conseguenza, del rischio di trasmissione di malattie infettive ora riemergenti come ChikungunyaWest Nile VirusDengueMalaria e Zika.

In programma oggi la discussione in plenaria – salute e cambiamenti climatici -mentre lunedì mattina l’incontro relativo alla salute delle donne, degli adolescenti e sulla resistenza antimicrobica.

D.Z

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *