#FUMO NEGLI OCCHI: LA NUOVA FONDAZIONE DELLA PHILIP MORRIS NON E’ CREDIBILE

Si chiama “responsabilità sociale d’impresa” l’impegno assunto da un’azienda ad adottare pratiche e comportamenti che permettano di conciliare i propri obiettivi economici con quelli sociali e ambientali del territorio in cui opera. Uno strumento strategico, che, dietro ad intenti etici più o meno dichiarati, può celare interessi di natura economica ed essere utilizzato da un’impresa per “ripulire” la propria immagine agli occhi dei consumatori. Capita così che una delle principali compagnie produttrici di tabacco nel mondo, la Philip Morris (PM), abbia dato vita ad una fondazione, chiamata “Smoke Free World”, che si occupa di ridurre l’impatto del tabagismo sulla salute della popolazione. Tale fondazione si dichiara indipendente e assolutamente non influenzabile dall’industria del tabacco – nonostante la PM si sia impegnata, con molta generosità, a finanziarla con oltre un miliardo di dollari nei prossimi 12 anni. La fondazione dichiara di voler ambire ad un mondo senza sigarette. Contemporaneamente, pare che la PM si stia dando molto da fare ad incontrare delegati di vari paesi, con l’obiettivo di minare le basi della Convenzione quadro per la lotta al tabagismo (Framework Convention on Tobacco Control – FCTC), come documentato a luglio da un reportage della Reuters.

Ironia della sorte, a capo della fondazione Smoke-Free World c’è Derek Yach, ex funzionario dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), che fu tra i redattori proprio del FCTC. Fa riflettere ed indignare il fatto che Yach abbia di recente inviato un’e-mail ad oltre 300 funzionari dell’OMS, ringraziandoli per il loro supporto ed invitandoli a proporre progetti di lotta al fumo, attingendo fondi da quel miliardo di dollari messo a disposizione dalla PM. Ciò, di fatto, porterebbe i soldi del gigante del tabacco dritti nelle casse del principale organismo a tutela della salute globale. Yach non ha oscurato i nomi dei destinatari della sua email e ciò viene letto da alcuni come un tentativo di generare sospetti e creare divisioni all’interno dell’OMS. Chi, tra quegli oltre 300 funzionari, supporta davvero Yach e la fondazione della PM?

L.D.

 

foto: boingboing.net

 

Fonti

http://www.csr.unioncamere.it/P42A0C385S370/Che-cos-e.htm

https://www.focus.it/comportamento/economia/l-economia-del-tabacco-53179

http://www.dailymail.co.uk/health/article-5233401/Philip-Morris-trying-cigarettes-2018.html

https://www.reuters.com/investigates/special-report/pmi-who-fctc/

http://www.thelancet.com/journals/lancet/article/PIIS0140-6736(17)32561-8/fulltext

https://boingboing.net/2017/12/15/derek-yach.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *