#OMS – 3 MORTI SOSPETTE IN SUD SUDAN, POTREBBE TRATTARSI DI FEBBRE EMORRAGICA VIRALE

8 Gennaio – L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) riporta la morte di 3 persone per sospetta febbre emorragica virale in Sud Sudan.

L’OMS assicura che è attivo il monitoraggio dei contatti.

Ebola, Marburg e la febbre gialla sono tra le febbri emorragiche virali che hanno causato epidemie mortali in Africa. Più di 11.300 persone sono morte durante la peggiore epidemia di Ebola, tra il 2013 e il 2016, in Guinea, Liberia e Sierra Leone.

Le tre persone nel Sud Sudan – una donna incinta, un’adolescente di 13 anni e un ragazzo di 15 anni – sono morte a dicembre e provenivano dallo stesso villaggio nella contea di Yirol East, nello stato orientale dei laghi, ma si ritiene che non abbiano una storia di stretto contatto fisico tra loro.

Tutti e tre sono morti dopo aver manifestato sintomi comuni come febbre, mal di testa, edemi, dolore al collo e sanguinamento. Nessun campione di sangue o di tessuto è stato raccolto dai loro corpi per le dovute analisi.

Le autorità sanitarie nazionali e l’OMS stanno indagando e hanno trovato prove di malattie emorragiche zoonotiche nella regione, tra capre, pecore e uccelli.

“L’epidemia di sospetta febbre emorragica virale nel Sud Sudan potrebbe diffondersi rapidamente ed è necessario acquisire informazioni – inclusa la conferma dell’eziologia della malattia – per indirizzare gli sforzi e attivare una risposta immediata”, hanno affermato dall’OMS.

B.A.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *