#Co(opera): a Roma la Conferenza nazionale sulla cooperazione allo sviluppo

23 Gennaio 2018 – Si svolgerà domani e dopodomani, a Roma presso l’auditorium parco della musica, la prima (dalla Riforma del 2014) Conferenza nazionale sulla cooperazione allo sviluppo dal titolo “Novità e futuro: Il mondo della Cooperazione Italiana fra testimonianze e nuovi approcci”.

La conferenza, il cui leit motiv è “aiutiamoci insieme”, è organizzata dalla direzione generale per la cooperazione allo sviluppo ( DGCS)  e dall’agenzia italiana cooperazione allo sviluppo (AICS).

L’iniziativa, oltre a costituire un momento di presentazione dei risultati dell’azione tra ministero e organizzazioni non governative (ONG), vuole essere un’occasione per aprire il mondo della Cooperazione all’opinione pubblica. L’evento si rivolge soprattutto ai giovani, proponendosi di affrontare la cooperazione sia sotto l’angolo prospettico e diretto delle opportunità occupazionali offerte dal settore, che quello professionalizzante e indiretto che la conoscenza di questo settore può aprire in un contesto globale. In tal senso, è prevista un’alta partecipazione di studenti provenienti dalle Scuole Superiori, Università e Scuole di Specializzazione post-universitarie.

Il programma della conferenza non prevede approfondimenti specifici sulla salute che dovrebbe certamente essere uno dei temi centrali dei lavori, al fine di delineare la strada per il futuro, in coerenza con gli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile sottoscritta nel 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell’ONU. Allo sviluppo sostenibile, nel pomeriggio del 24 gennaio, è infatti dedicata una tavola rotonda di approfondimento dal titolo “Il futuro che vogliamo: Le sfide della sostenibilità sociale, ambientale e economica nella prospettiva della cooperazione allo sviluppo”.

I lavori si apriranno il 24 gennaio con una sessione a carattere istituzionale, alla quale dovrebbero esser presenti: il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, il Ministro degli Esteri Angelino Alfano, il Vice Ministro con delega alla Cooperazione, Mario Giro, il Ministro dell’economia e delle Finanze Padoan, il Ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda e il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti. Saranno inoltre presenti il presidente della Repubblica Centrafricana Faustin-Archange Touaderà, il ministro delle Finanze del Senegal, Amadou Ba, e Neven Mimica, commissario Ue per la Cooperazione allo sviluppo.

Nel pomeriggio del 24 gennaio sono previste, in collaborazione con gruppi di lavoro del Consiglio Nazionale per la cooperazione allo sviluppo (CNCS), riunioni di approfondimento su temi specifici quali: giovani, comunicazione, migrazione, sviluppo sostenibile e coinvolgimento del settore privato nella cooperazione.

I contributi e suggerimenti operativi che emergeranno dal panel verranno raccolti in un documento di sintesi, destinato ad orientare la futura programmazione delle attività di cooperazione.

Nella mattinata del 25 gennaio, si svolgerà una seconda sessione plenaria orientata ad ottenere un maggiore coinvolgimento dell’opinione pubblica sui temi della Cooperazione allo Sviluppo. In questa sessione verranno presentate storie sul campo, che testimonino l’impatto positivo di alcuni progetti della Cooperazione Italiana per il miglioramento delle condizioni di vita dei beneficiari e i contributi di personalità del mondo dell’imprenditoria, dello spettacolo, della cultura, dell’arte, dello sport, impegnate in attività sociali e umanitarie.

D.Z

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *