#OMS – LAVORARE IN SALUTE, PER LA SALUTE. IL NUOVO REPORT DELLA COMMISSIONE GLOBALE SUL FUTURO DEL LAVORO

La Commissione Globale sul Futuro del Lavoro (ILO), nel suo rapporto Lavoro per un futuro più luminoso, richiede fondamentali cambiamenti nel modo in cui lavoriamo, in rapporto agli importanti cambiamenti che la società sta attraversando in termini di globalizzazione, rapido sviluppo tecnologico, transizione demografica e cambiamento climatico.

Il rapporto mira a collocare la salute dei lavoratori tra gli obiettivi principali del mondo occupazionale.
Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), luoghi di lavoro più sani e più sicuri possono prevenire almeno 1.2 milioni di morti ogni anno. “Mortalità e disabilità possono essere prevenute affrontando le principali minacce per la salute sul luogo di lavoro, come stress, lunghi orari di lavoro e spostamento, lavoro sedentario, e inquinamento atmosferico sul posto di lavoro”, ha affermato la Dott.ssa Maria Neira, Direttrice dell’OMS per la Salute Pubblica, Determinanti ambientali e sociali della salute.

“Il posto di lavoro è un ambiente chiave per l’azione in molte iniziative dell’OMS su ambiente e cambiamenti climatici, malattie non trasmissibili, salute mentale, tubercolosi, HIV e altre malattie trasmissibili”.

“Condividiamo l’interesse della Commissione Globale sui possibili effetti sulla salute mentale delle nuove tecnologie e dell’organizzazione del lavoro nell’economia digitale e siamo ansiosi di collaborare con l’ILO per sviluppare raccomandazioni per migliorare la salute mentale sul luogo di lavoro”, ha affermato il Dott. Dévora Kestel, Direttore dell’OMS per la Salute Mentale e l’Abuso di sostanze.

L’OMS accoglie con favore anche la raccomandazione della Commissione Globale di istituire una garanzia universale del lavoro che includa una serie di condizioni lavorative di base, come un salario di sussistenza adeguato, limiti sulle ore di lavoro e luoghi di lavoro sicuri e salubri. Un’occupazione equa e condizioni di lavoro dignitose sono determinanti per la salute.

L’OMS sta lavorando con i paesi per estendere la copertura sanitaria universale a 1 miliardo di persone in più, nonché gli interventi e i servizi di base per luoghi di lavoro più sicuri e salubri per i lavoratori in tutte le forme di occupazione. È sul posto di lavoro in cui la copertura sanitaria universale e la garanzia universale del lavoro possono fare una differenza visibile nella vita quotidiana dei lavoratori e delle loro strutture.

Nel 2018, l’OMS e l’ILO hanno istituito una coalizione globale sulla sicurezza e la salute sul lavoro come iniziativa multipartner di agenzie internazionali e nazionali per creare soluzioni comuni per le sfide per la salute e la sicurezza sul lavoro e per stimolare azioni congiunte da parte della salute e del lavoro nei paesi.

E’ inoltre attiva la collaborazione tra OMS, l’OIL e l’OCSE per attuare il piano d’azione globale “Working for Health” con l’obiettivo di creare opportunità di lavoro nuove e dignitose nell’assistenza sanitaria, garantendo così la forza lavoro necessaria per una copertura sanitaria universale e stimolando la crescita economica. “Un lavoro dignitoso nel settore sanitario richiede luoghi di lavoro salubri e sicuri in tutte le strutture sanitarie, per tutti gli operatori sanitari: dagli ospedali alle cure primarie, nelle città, villaggi e ambienti fragili, e in qualsiasi momento – nel lavoro quotidiano e nelle emergenze sanitarie pubbliche “, ha affermato Jim Campbell, direttore del Dipartimento per la salute del personale dell’OMS.

 

B.F.

Un pensiero riguardo “#OMS – LAVORARE IN SALUTE, PER LA SALUTE. IL NUOVO REPORT DELLA COMMISSIONE GLOBALE SUL FUTURO DEL LAVORO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: