#IWD – LA SALUTE GLOBALE E’ DONNA!

8 Marzo – La Giornata Internazionale della Donna 2019 è un momento per ricordare i principi dei diritti umani e dell’equità sociale e l’importanza del ruolo delle donne nella scienza e nella salute.

Vogliamo quindi celebrare tutte le donne che lavorano in salute globale, in ambito sanitario e di diritti umani, che lottano per rendere il pianeta un posto accogliente e ospitale, come lo è il grembo materno.

Le donne che lavorano nel settore sanitario rappresentano il 70% della forza lavoro sanitaria globalmente, eppure le donne occupano solo il 25% delle posizioni di leadership in salute e solo il 12% nelle accademie scientifiche nazionali di tutto il mondo.

Nel 2019, le donne sono ancora solo un terzo dei ricercatori a livello globale, in media. Alcune regioni come l’Asia centrale, l’America Latina e i Caraibi hanno un equilibrio di genere pressoché uguale, ma in Europa e in Nord America, la proporzione di donne rimane intorno al 30-35%. Anche il divario retributivo di genere nei settori sanitario e sociale è notevole, circa il 26% nei paesi ad alto reddito e il 29% nei paesi a reddito medio-alto.

La discriminazione di genere, i pregiudizi impliciti, le molestie sessuali e le aggressioni sono definiti come i principali ostacoli sistemici per il progresso delle donne in salute globale. Questi sono aggravati dalla mancanza di politiche per accogliere e incentivare la maternità – accordi di lavoro flessibili e un congedo di paternità più lungo.

Ci sono segnali positivi di cambiamento. Nell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), ad esempio, le donne detengono il 60% delle posizioni dirigenziali senior. L’OMS ha anche un centro attivo di equità di genere, per garantire che una lente di genere sia applicata alle politiche della forza lavoro in tutto il mondo. Le cose stanno cambiando anche nel mondo accademico: lo scorso anno quasi il 40% dei nuovi membri della National Academy of Medicine erano donne.

Sono già emerse prove del fatto che l’attuazione di accordi di lavoro flessibili, la fornitura di programmi di mentorship e l’istituzione di politiche formali sulla discriminazione e molestie di genere possono abbattere le barriere che impediscono alle donne di essere in prima linea nella salute globale.

Tuttavia, è importante anche trasformare i sistemi di lavoro, ciò potrebbe richiedere un riesame delle tradizionali traiettorie di carriera e dei metodi di promozione. Infatti, troppo spesso, le donne sono incoraggiate a plasmare un sistema che è stato progettato per gli uomini.

Per ispirare il cambiamento, tutte le donne devono essere libere di raggiungere il loro pieno potenziale. Ciò significa libertà da ogni forma di discriminazione, libertà di perseguire tutte le opportunità, compresa l’istruzione, libertà di guadagnare e spendere il proprio reddito e libertà di seguire i percorsi di carriera che decidono di volere” Margaret Chan.

Auguriamo a tutte le donne di essere pioniere di cambiamento e ringraziamo tutte quelle donne che lottano costantemente per rendere la salute globale più “donna”, per noi siete una costante fonte di ispirazione.

B.A.

Foto credit: Alessandro Froio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *