#EBOLA: SPERANZE PER L’ARRIVO IN EUROPA DEL PRIMO VACCINO

Il 17 Ottobre, il comitato per i medicinali per uso umano (CHMP) dell’Agenzia Europea dei Medicinali (EMA) ha raccomandato di concedere l’autorizzazione all’immissione in commercio condizionata nell’Unione europea per Ervebo (rVSVΔG-ZEBOV-GP), il primo vaccino per l’immunizzazione attiva contro Ebola.

“E’ un passo importante per alleviare il peso di questa malattia mortale”, ha dichiarato Guido Rasi, direttore esecutivo dell’EMA. “Le autorità della sanità pubblica nei paesi colpiti dall’ebola necessitano di medicinali sicuri ed efficaci per poter rispondere efficacemente alle epidemie e salvare vite umane.”

Ervebo è un vaccino prodotto dalla Merck Sharp & Dohme B.V, vivo attenuato, in formulazione iniettabile. L’immunizzazione è completa dopo una singola dose.
Il suo uso è indicato per i soggetti di età pari o superiore ai 18 anni di età a rischio di infezione.

La malattia da virus Ebola è una malattia ad alta contagiosità causata dal virus Ebola.
I tassi di mortalità nei pazienti che hanno contratto la malattia variano dal 25% al 90%.
Ervebo è stato sviluppato in risposta al più grande focolaio ebola verificatosi in Africa occidentale nel 2014-2016 provocando oltre 11.000 vittime.
L’attuale epidemia nella Repubblica Democratica del Congo (RDC), ha già coinvolto più di 3.000 persone, di cui oltre 2.000 decessi.
Oggi il vaccino è utilizzato secondo un protocollo per uso compassionevole, cioè indicato a coloro che sono ad elevato rischio di esposizione al virus come operatori sanitari o contatti di persone infette.

Per l’entrata in commercio in UE di Ervebo la Commissione Europea valuterà la raccomandazione dell’EMA.

Foto credit: Reuters

B.F.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *